Catalogo
delle attrezzature

E’ il catalogo dell’offerta di apparecchiature utilizzate per attività di ricerca, analisi e sperimentazione presenti nei Laboratori della Rete Alta Tecnologia.
Per ogni attrezzatura sono riportate caratteristiche, funzionalità, localizzazione e modalità di accesso.
Utilizzando la prima riga della tabella è possibile effettuare ricerche sull'intero database
Azzera la ricerca
Risultati 121-140 di 1560
NomeDescrizioneLaboratorioProvince
 
Apparecchiature per analisi biomeccaniche, cinematiche e tribologiche

Tribometri e altre strumentazioni per effettuare Test per la valutazione ex vivo dell'osteointegrazione di impianti, della biofunzionalità di scaffold e costrutti ingegnerizzati, delle caratteristiche meccaniche di tessuti biologici sani, patologici e rigenerati, anche l'impiego di sistemi di acquisizione e analisi di immagine, di tracking, di accellerometri

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per analisi dei materiali per dispositivi impiantabili

Strumentazioni per effettuare test di indentazione per la verifica del grado di durezza di materiali secondo Vickers, in particolare: sistema di micro e nanoindentazione (nanoindentation tester NHT2, CSM Instruments), microdurometri (Duroscan 70, Struers), Rugosimetri (RT1200, PCE Instruments)

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per la stabulazione, manipolazione e gestione di modelli in vivo, anche per particolari esigenze di ricerca (es. soggetti immunodepressi, transgenici e Knock- out)

Vengono svolte attività di ricerca in vivo secondo il D.L.vo n. 26/2014.Le terapie o i biomateriali che sono stati preventivamente ed esaurientemente studiati in vitro e che hanno dato risultati di sicurezza ed efficacia promettenti per la cura dei pazienti, vengono successivamente valutati in affidabili modelli sperimentali in vivo. Seguendo il principio delle tre R di Russell e Burch: Replace, Reduce, Refine, questi modelli vengono allestiti ed impiegati per valutare la  biocompatibilità di biomateriali e scaffold  (test previsti da ISO 10993) e valutare sicurezza ed efficacia di terapieper la cura di lesioni acute, croniche, infiammatorie/infettive, neoplastiche dei tessuti muscoloscheletrici (studi proof of concepts).  

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi di biologia molecolare su acidi nucleici

Strumenti necessari all'isolamento, all'amplificazione e all'analisi degli acidi nucleici quali: omogeinizzatore di tessuti che operano sia a temperatura ambiente che a freddo, tramite l'impiego dell'azoto liquido, per preservare l'RNA, bagni a ultrasuoni, transilluminatori UV, spettrofotometro a micropiastra (Tecan), a cuvette (Biorad) o a goccia (Nanodrop 1000, Thermofisher) per quantificare e verificare la purezza degli acidi nucleici, termociclatori a gradiente e non, in tubo (perkin elmer e applied byosistem), in capillari (Light Cycler, Roche), in piastra (biorad), telecamera sensibile agli UV (GelDoc Biorad), camere per corsa elettroforetica.

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi di biologia molecolare su proteine

Strumenti necessari all'isolamento, all'amplificazione e all'analisi delle proteine quali: omogeinizzatore di tessuti che operano sia a temperatura ambiente che a freddo, tramite l'impiego dell'azoto liquido, per preservare le protine, bagni a ultrasuoni,  spettrofotometro a micropiastra (Tecan), a cuvette (Biorad) o a goccia (Nanodrop 1000, Thermofisher) per quantificare le proteine, celle per corsa elettroforetica mini e maxigel, telecamera sensibile al segnale chemioluminescente.

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi di biologia molecolare su proteine

Strumenti necessari all'isolamento, all'amplificazione e all'analisi delle proteine quali: omogeinizzatore di tessuti che operano sia a temperatura ambiente che a freddo, tramite l'impiego dell'azoto liquido, per preservare le protine, bagni a ultrasuoni,  spettrofotometro a micropiastra (Tecan), a cuvette (Biorad) o a goccia (Nanodrop 1000, Thermofisher) per quantificare le proteine, celle per corsa elettroforetica mini e maxigel, telecamera sensibile al segnale chemioluminescente.

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi immunoenzimatici

Strumenti utili all'esecuzione di saggi immunoenzimatici, quali: sistema di lavaggio automatico delle piastre e spettrofotometri a piastra per luminescenza, fluorescenza, assorbanza (Tecan)

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi preclinici in vitro per studiare e indurre il differenziamento di osteoclasti

Troncatrici (es. semi-automatica  IsoMet LSS) che permettono di tagliare 'dischetti' di tessuto osseo o simil-osseo della dimensione adatta per la semina di precursori osteoclastici in piastra e tutto il resto della strumentazione necessaria per saggi preclinici in vitro sugli osteoclasti

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi preclinici in vitro su modelli dinamici 3D tramite l'impiego di camere microfluidiche

Piastre microfluidiche a diversi scopi (per la ricostruzione di vasi, collegamenti neuornai assonali, pareti cellulari per saggi di adsormineto gastrico e intestinale, tumori nella matrice extracellulare), micropipettatori automatizzati, agitatore per permettere la perfusione durante la coltura, tutto il resto della strumentazione inclusa nella camera sterile (cleanroom).

Rizzoli RITBO
Apparecchiature per saggi preclinici in vitro su modelli statici e dinamici 2D e 3D

Camera sterile (cleanroom), e strumenti ivi contenuti: cappe biohazard Herasafe, centrifughe, bidoni per azoto liquido, bagni termostatati, agitatori, incubatori a CO2 e a diversa tensione di ossigeno, sonicatori, frigoriferi e congelatori, microscopi rovesciati con e senza sistema di acquisizione e analisi di immagine, autoclavi, bilance analitiche e cappa chimiche.

Rizzoli RITBO
Apparecchio Aqualab per la misurazione dell?attività dell?acquaPer il controllo della stabilità dei prodotti conservati  SSICAPR
Apparecchio elettronico denominato "Amplificatore di carica ", tipo 2635 ,serie 872.554, per misurare segnali elettrici - Attrezzature Prototipazione Virtualemisura di vibrazioni di strutture, meccanismi e organi rotanti; analisi modale sperimentale.CIRI MECCANICA E MATERIALIBO
Apparecchio per la disaggregazione di compresse e capsule

Apparato per la determinazione del tempo di disaggregazioni di compresse e capsule.

BIOPHARMANET-TECPR
ArcView GIS Network Analyst Extension (software)

ArcGIS Network Analyst fornisce strumenti di analisi spaziale basati su rete per risolvere complessi problemi di routing. Utilizza un modello di dati configurabile per la rete di trasporto, consentendo di rappresentare con precisione i propri requisiti specifici di rete. È possibile pianificare i percorsi per una flotta di mezzi, calcolare i tempi di guida, individuare le strutture e risolvere altri problemi relativi alle reti.

GeoSMART LabBO
Area modelli 15x20 m, con ricircolo di acqua fino a 300 l/s

Prove su modello fisico di strutture e dispositivi in alveo

CIRI EDILIZIA E COSTRUZIONIBO
Armadio PP +24 gabbieStabulazione in condizioni rigorosamente controllate di animali da esperimento immunodepressiBIOPHARMANET-TECPR
Armadio termostatato

Conservazione di germoplasma e di biodiversità

BIOGEST-SITEIARE
Armadio termostatico con controllo temperatura ed umidità

Armadio climatico per simluazione cicli ambientali ed effettuazione test di traspirabilità materiali.

Operatività nei seguenti range di funzionamento:


Temperatura: -25/60°C
Umidità: 20/95%

Accuratezza nella misura della temperatura: ±1°C
Accuratezza nella misura dell'umidità: ±5%

CertiMaCRA
Atomic Force Miscrocope

Tribologia, Fisica delle Superfici

INTERMECH-Mo.Re.MO
Atomizzatore a spruzzo (Spray dryer)

L’ATOMIZZAZIONE, più comunemente noto come “spray-drying” è un consolidato metodo di essiccamento di sospensioni ceramiche iniziato da una fase di spraying (atomizzazione) di una sospensione, con formazione di gocce, seguita da una fase di essiccamento all’interno di una camera calda e da una finale fase di recupero della polvere. La tecnica "spray-drying" all’ISTEC viene applicata a nano sol ceramici e/o soluzioni di precursori con la possibilità di ottenere le seguenti strutture:


1) aggregati sferici micro/sub micrometrici di polveri ceramiche che conservano la nano strutturazione e la nano reattività delle particelle primarie da cui sono composti ma presentano migliore maneggiabilità, scorrevolezza, omogeneità, rispetto alle polveri di partenza e la possibilità di fungere da agenti templanti e/o encapsulanti per principi attivi organici (farmaci, additivi) o inorganici (nanoparticelle)

2) aggregati sferici micro/sub micrometrici di precursori di polveri ceramiche che conservano l’esatta stechiometria della soluzione da cui derivano

CNR-ISTECRA